Ti trovi in: Home > Elenco News > ELC LIGHTING OFFRE LA MASSIMA RIDONDANZA SUL DMX

ELC LIGHTING OFFRE LA MASSIMA RIDONDANZA SUL DMX

25/11/2019

Panormamica

Gli specialisti della gestione DMX di ELC Lighting hanno rivelato all’ultimo LDI show di Las Vegas una funzione in grado di creare una rete DMX completamente ridondante. Ora, e per la prima volta, un cavo DMX danneggiato non potrà più fermare l’intero show.

Finora, i network DMX ridondanti potevano essere portati fino al nodo Ethernet-to-DMX. In ogni caso, l’ultima connessione della catena dati per il lighting – il cavo DMX stesso – sarebbe sempre rimasto una vulnerabilità, in quanto possibile singolo punto di rottura. Con la nuova caratteristica di ridondanza DMX, le crew lighting possono contare sul sistema nodeGBx di dmXLAN per fornire un take-over automatico e trasparente in caso di danno o disconnessione ad un cavo DMX, o anche in caso di disconnessione parziale del network.

“L’industria del lighting sta ponendo sempre più attenzione sulla ridondanza, per assicurare che lo show continui sempre ad andare avanti” – ha dichiarato l’Application Specialist and Support ELC Lighting Henk-Jan Blok. “Negli ambienti di produzione di oggi, è ormai inconcepibile che un sistema possa non funzionare semplicemente perché un singolo oggetto o un cavo DMX abbiano un malfunzionamento, ma questo non era possibile con il DMX prima di adesso. Un singolo cavo DMX poteva compromettere l’intero sistema luci…ed è successo”.

Ora, in ogni caso, il sistema nodeGBx offre un sistema di ridondanza completa. Per abilitare questa ridondanza, l’utente connette semplicemente il DMX dell’ultima fixture all’unità nodeGBx e configura la porta come DMX backup tramite l’interfaccia software standard dmxLAN. Questo assicura un take-over rapido e senza interruzioni in caso qualcosa vada storto nella catena DMX.

“In questo modo” – dichiara Henk-Jan Blok – “l’ultima parte che rimane vulnerabile nella catena di distribuzione lighting è anch’essa a prova di fail. I corpi illuminanti continueranno a funzionare, anche se un cavo DMX dovesse essere disconnesso per errore o essere danneggiato. L’ultimo, singolo punto di rottura, appartiene ormai al passato”

Il sistema nodeGBx è in grado di eseguire takeover molto veloci in caso di fail, con teoricamente 0 glitch visibili nel rig delle luci. In caso di disconnessione o rottura di un cavo DMX, la porta di backup effettuerà il takeover dell’uscita DMX entro 50 ms. In caso di failure parziale della rete, il takeover si attiverà direttamente dopo l’impostazione di hold time DMX. Quando la “condizione critica” sarà terminata, il recovery sarà eseguito in meno di un DMX frame. Grazie al software dmXLAN, il sistema fornisce anche una rilevazione anticipata dei failure.

ELC Lighting’s Redundant DMX è disponibile come firmware upgrade per il sistema dmXLAN nodeGBx ed è stato presentato all’LDI show di Las Vegas, USA (22-24 Novembre 2019).

Visita il sito del produttore:

https://www.elclighting.com/